Home curatorejpg


CORSO ABILITANTE PER IL NUOVO CURATORE FALLIMENTARE

Il corso intensivo, della durata di 50 ore, è rivolto a professionisti, studi professionali o società tra professionisti, che intendono svolgere la funzione di Curatore fallimentare.
Il Corso è basato sul nuovo D.Lgs. 14/2019 recante il Codice della Crisi d’impresa e dell’Insolvenza.

Garantisce l'acquisizione di tutte le competenze prescritte dalla normativa vigente e consente l'accesso all'Albo dei soggetti incaricati dall'autorita' giudiziaria delle funzioni di gestione e di controllo nelle procedure di cui all'art. 356 del Codice della crisi e dell'insolvenza.


LA DISCIPLINA

Il nuovo Curatore fallimentare nominato dal Tribunale è il professionista – con qualità di pubblico ufficiale – cui è demandato l’esercizio provvisorio dell’impresa in crisi o insolvente.

Tra i numerosi compiti attribuiti al curatore, ulteriormente rafforzati e potenziati dal nuovo Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza, spetteranno a lui quelli legati alla necessità di predisporre il piano di liquidazione, la formazione del progetto di stato passivo, le comunicazioni ai creditori e ai titolari di diritti sui beni del sottoposto a liquidazione giudiziale.

Il curatore dovrà presentare al giudice delegato una relazione particolareggiata in cui esporrà le cause e le circostanze dell’insolvenza irreversibile, la diligenza e la responsabilità del soggetto sottoposto a liquidazione giudiziale e di altri soggetti coinvolti nell’esercizio dell’impresa, e quanto risultare rilevante a fini civili e penali.

Il curatore fallimentare dovrà periodicamente predisporre un rapporto delle attività compiute e allegare un conto provvisorio della gestione, permettendo così al comitato dei creditori di formulare osservazioni e controllare lo svolgimento dell’iter gestionale.
Spetterà infine al curatore l’inventario dei beni del fallito e l’apposizione dei sigilli sugli stessi beni.


SBOCCHI PROFESSIONALI

Il corso offre nuove opportunità di crescita e specializzazione professionale.

Il taglio teorico-pratico del corso consentirà di comprendere a fondo le principali problematiche applicative della disciplina e di formare professionisti in grado di affrontare la metodo scientifico le molteplici attività connesse alla funzione di Curatore, in vista del conferimento di incarichi professionali da parte dei Tribunali nazionali preposti.

Ai sensi dell’art. 356 Codice Crisi è istituito presso il Ministero della giustizia l'Albo dei soggetti, costituiti anche in forma associata o societaria, destinati a svolgere, su incarico del tribunale, funzioni di gestione o di controllo nell'ambito delle procedure concorsuali, con indicazione dei requisiti di professionalita', indipendenza ed esperienza necessari per l’iscrizione.

Il Corso è abilitante e fornisce le competenze indispensabili per accedere a tale albo.


DESTINATARI DEL CORSO

Ai sensi dell'art. 358, comma 1, Cod. Crisi, il corso di alta formazione è rivolto a:

a) gli iscritti agli albi degli avvocati, dei dottori commercialisti e degli esperti contabili e dei consulenti del lavoro;
b) gli studi professionali associati o societa' tra professionisti, sempre che i soci delle stesse siano in possesso dei requisiti professionali di cui alla lettera a);
c) coloro che abbiano svolto funzioni di amministrazione, direzione e controllo in societa' di capitali o societa' cooperative.

Ai corsisti non iscritti ai suddetti albi professionali sarà rilasciato un attestato di frequenza per uditore.


DURATA

50 ore di didattica complessiva.


MODALITA' DI EROGAZIONE

Modalità blended: in presenza nelle sedi indicate e online.

  • una parte in presenza con frequenza obbligatoria di almeno il 75% ed una parte online;
  • prova finale in presenza e test online.

Il Corso intensivo in presenza consente di acquisire tutte le nozioni necessarie a svolgere le delicate funzione assegnate alla figura del nuovo Curatore Fallimentare

Il corso prevede lezioni in presenza tenute dai docenti, materiale di studio e di approfondimento. I Docenti che si alterneranno nelle lezioni saranno Dottori Commercialisti, Avvocati esperti di diritto fallimentare e procedure esecutive, Curatori fallimentari, Gestori della Crisi, Referenti di O.C.C e Docenti universitari.

Attraverso il contatto con docenti è anche possibile analizzare gli orientamenti giurisprudenziali più recenti in materia di Sovraindebitamento, esaminare casi pratici, chiarire dubbi o incertezze interpretative e pratiche che la complessa materia pone agli operatori. Per la parte in presenza i docenti terranno le lezioni presso le rispettive sedi del Corso.

Per la parte online è previsto l’accesso a un ambiente caratterizzato da un modello formativo flessibile e personalizzabile, caratterizzato dall’offrire percorsi di formazione adattabili ai tempi ed alla disponibilità del singolo corsista.


TITOLO RICONOSCIUTO
CURATORE FALLIMENTARE (D.M. 202/2014).
Saranno riconosciuti crediti formativi per la formazione continua dei professionisti assegnati dagli OO.PP. competenti per territorio.


PROGRAMMA DEL CORSO

LA DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO E GLI ORGANI DELLA PROCEDURA
cenni su presupposti oggettivi e soggettivi – gli organi della procedura: curatore, giudice delegato e comitato dei creditori - istruttoria pre fallimentare – nomina e accettazione dell’incarico – revoca e sostituzione – compensi – gli adempimenti iniziali: notifica della sentenza - apposizione dei sigilli – inventario – custodia dei beni acquisiti all’attivo – stima dei beni – corrispondenza – prima relazione ex art. 33 l. fall.

IL PROGRAMMA DI LIQUIDAZIONE E LA REINTEGRAZIONE DEL PATRIMONIO DEL FALLITO
La liquidazione dell’attivo – il programma di liquidazione ex art. 104 ter l.fall. – le vendite dei beni in sede fallimentare - l’azione di responsabilità nei confronti del fallito – il recupero dei crediti – le revocatorie: atti inefficaci e revocabili – l’esercizio provvisorio dell’azienda, azioni esecutive e subentro nei giudizi pendenti – la nomina dei legali – i decreti di liquidazione dei compensi.

IL CONCORSO TRA I CREDITORI E LA VERIFICA DEL PASSIVO
Prededuzioni privilegi e postergazioni, compensazione, domanda di ammissione al passivo, tardive e cd. supertardive – le relazioni periodiche ex art. 33 comma 5 l. fall. – la gestione degli incassi e la tenuta della contabilità – il compenso del curatore – il progetto di stato passivo - le opposizioni allo stato passivo: impugnazione, opposizione e revocazione – l’istanza di rettifica dello stato passivo – la surroga dell’INPS per tfr e altri crediti.

LA CHIUSURA DEL FALLIMENTO
Le ripartizioni parziali - il rendiconto di gestione - il riparto finale – i casi di chiusura del fallimento – il novellato art. 118 l. fall. – compiti degli organi in prorogatio - effetti della chiusura - l’esdebitazione – il concordato fallimentare – la riapertura del fallimento – profili fiscali e tributari - la responsabilità civile e penale del curatore. 


CORPO DOCENTI

Domenico Marino
Docente di Politica Economica

Marcello Parrinello
Docente di Diritto Fallimentare

Giuseppe Strangio
Avvocato Cassazionista - Referente OCC

Roberto Alecci
Avvocato – Dottore di ricerca in Diritto Tributario

Giuseppe D’Ottavio
Avvocato Cassazionista

Angelo Rossi
Avvocato Cassazionista

Raffaele D’Ottavio
Avvocato Cassazionista

Giuseppe Panuccio
Avvocato Cassazionista

Giuseppina Scali
Avvocato Cassazionista

Fabio Giubilo
Avvocato – Dirigente Aziendale

Giuseppina Graci
Avvocato - Dottore di ricerca in Diritto Fallimentare

I corsi sono tenuti contemporaneamente in numerose città d’Italia, dunque i docenti saranno assegnati nelle diverse sedi didattiche in funzione delle rispettive disponibilità.


MATERIALE DIDATTICO E PIATTAFORMA WEB

Specificamente elaborato dal corpo docente, il materiale didattico consente di esaminare e approfondire dettagliatamente la disciplina e le funzioni del “Nuovo Curatore fallimentare”.

Gli iscritti accedono all’ambiente web nel quale possono visionare in qualsiasi momento e da qualsiasi dispositivo (computer, tablet, smartphone, ecc.) tutto il materiale didattico, audio e video lezioni di approfondimento, esercitazioni e test di autovalutazione, le slides proposte dai docenti, aggiornate rassegne giurisprudenziali e casi pratici, schede analitiche per argomento, nonchè tutte le lezioni del corso.

Il blended learning è una modalità di erogazione della didattica che prevede l'affiancamento di una piattaforma tecnologica alla didattica tradizionale in presenza. L'obiettivo è di favorire il passaggio di materiale didattico dai docenti agli studenti.


ATTESTATO FINALE

A conclusione del corso sarà rilasciato l'attestato di partecipazione valevole a ogni effetto di legge e abilitante ai fini dell’iscrizione nell' Albo dei soggetti incaricati dall'autorita' giudiziaria delle funzioni di gestione e di controllo nelle procedure di cui all'art. 356 del Codice della crisi e dell'insolvenza. .

La consegna della certificazione è subordinata alle seguenti condizioni:

aver frequentato le attività di formazione in presenza e online; aver sostenuto eventuali prove intermedie di ciascun insegnamento previste durante il Corso; aver sostenuto il test finale.


SEGRETERIA DEL CORSO

La segreteria è aperta dal lunedì al venerdì, 9:30-12:30, 15:30-18:30.
Per contatti:
info@isvgroup.it
06 9933 6202 / 02 4507 4552

 

QUOTA DI PARTECIPAZIONE     

̶€̶ ̶7̶0̶0̶, di cui:
  ▪   ̶€̶ ̶1̶5̶0̶  spese di segreteria
  ▪   ̶€̶ ̶5̶5̶0̶  quota di iscrizione

Entro il 28 febbraio 2019
è possibile iscriversi alla quota ridotta di € 420, anzichè € 700.

Le adesioni saranno accettate in ordine di arrivo fino ad esaurimento dei posti disponibili.


METODO DI PAGAMENTO

Bonifico bancario iban n. IT35 D030 7502 200C C850 0657 876 intestato a ISV Group

DATE E SEDI DEI CORSI 2019


ROMA

MILANO
TORINO
VERONA
BOLOGNA
FIRENZE
BARI
LECCE
NAPOLI
PALERMO

Le date sono in corso di definizione.

Scadenza:

€ 420 per le prenotazioni effettuate entro il 28 febbraio (comprensive di quota di iscrizione e spese di segreteria).
Fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Il pagamento può essere suddiviso in due rate:   

  • € 200 all'atto dell'iscrizione;
  • € 220 entro quindici giorni prima dell'avvio del corso.

> Prenota la tua iscrizione al corso